ludus litterarius

Archivi

Katherine Coleman Goble Johnson

Questo è un piccolo passo per un uomo, ma un grande balzo per l’umanità“, parliamo del primo sbarco sulla Luna del 20 luglio 1969, dove in pochi conoscono una delle donne straordinarie, Katherine Coleman Goble Johnson, che rese possibile l’impresa. Katherine matematica, informatica e fisica statunitense calcolò la traiettoria per la missione sulla Luna di Apollo 11 e la sincronizzazione tra il modulo di allunaggio e il modulo di comando rimasto in orbita lunare.

AICA – Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico
facebook, 8 marzoo 2018

8 marzo

Hedy Lamarr

Tutti conoscono la diva del cinema americano Hedy Lamarr per la sua bellezza e bravura. Pochi invece sanno che era anche una scienziata e inventrice, e che brevettò un sistema di modulazione per la codifica di informazioni da trasmettere su frequenza radio. Purtroppo ignorato durante la seconda guerra mondiale dalla Marina statunitense, oggi è la base della tecnologia di trasmissione segnale spread spectrum, usata nella telefonia e nelle reti wirless.

AICA – Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico
facebook, 31 gennaio 2018

Carta della cittadinanza digitale

Il feltro hi-tech che difende dal gran freddo

Da team del dipartimento di Ingegneria dell’Università di Trento 

Per mettere il “cappotto” alla casa o per affrontare condizioni climatiche estreme arriva un feltro hi-tech. Duro come la ceramica e morbido come la lana, lo speciale tessuto è stato brevettato da un team di ricerca del Laboratorio vetro e ceramici del Dipartimento di Ingegneria industriale dell’Università di Trento. “È un nanomateriale nuovo che ha un potere di isolamento termico tra i più alti mai misurati finora.

continua sul sito ANSA

Suggerimenti per individuare le notizie false

Vogliamo fermare la diffusione di notizie false su Facebook. Scopri di più su ciò che stiamo facendo. In Italia, Facebook ha aderito all’iniziativa di contrasto alla disinformazione online promossa dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni mediante l’istituzione del Tavolo tecnico per la garanzia del pluralismo e della correttezza dell’informazione sulle piattaforme digitali (Delibera n. 423/17/CONS). Ci stiamo impegnando per limitare la diffusione delle notizie false e ti vogliamo fornire alcuni suggerimenti che ti aiuteranno a capire a cosa fare attenzione:

  1. Non ti fidare dei titoli: le notizie false spesso hanno titoli altisonanti scritti tutti in maiuscolo e con ampio uso di punti esclamativi. Se le affermazioni contenute in un titolo ti sembrano esagerate, probabilmente sono false.
  2. Guarda bene l’URL: un URL fasullo o molto simile a quello di una fonte attendibile potrebbe indicare che la notizia è falsa. Molti siti di notizie false si fingono siti autentici effettuando cambiamenti minimi agli URL di questi siti. Puoi accedere al sito per confrontare l’URL con quello della fonte attendibile.
  3. Fai ricerche sulla fonte: assicurati che la notizia sia scritta da una fonte di cui ti fidi e che ha la reputazione di essere attendibile. Se la notizia proviene da un’organizzazione che non conosci, controlla la sezione “Informazioni” della sua Pagina per scoprire di più.
  4. Fai attenzione alla formattazione: su molti siti di notizie false, l’impaginazione è strana o il testo contiene errori di battitura. Se vedi che ha queste caratteristiche, leggi la notizia con prudenza.
  5. Fai attenzione alle foto: le notizie false spesso contengono immagini e video ritoccati. A volte, le immagini potrebbero essere autentiche, ma prese fuori contesto. Puoi fare una ricerca dell’immagine o della foto per verificarne l’origine.
  6. Controlla le date: le date degli avvenimenti contenuti nelle notizie false potrebbero essere errate e la loro cronologia potrebbe non avere senso.
  7. Verifica le testimonianze: controlla le fonti dell’autore per assicurarti che siano attendibili. La mancanza di prove o il riferimento a esperti di cui non viene fatto il nome potrebbe indicare che la notizia è falsa.
  8. Controlla se altre fonti hanno riportato la stessa notizia: se gli stessi avvenimenti non vengono riportati da nessun’altra fonte, la notizia potrebbe essere falsa. Se la notizia viene proposta da fonti che ritieni attendibili, è più probabile che sia vera.
  9. La notizia potrebbe essere uno scherzo: a volte può essere difficile distinguere le notizie false da quelle satiriche o scritte per divertire. Controlla se la fonte è nota per le sue parodie e se i dettagli e il tono della notizia ne rivelano lo scopo umoristico.
  10. Alcune notizie sono intenzionalmente false: usa le tue capacità critiche quando leggi le notizie online e condividile solo se non hai dubbi sulla loro veridicità.

Fonte: facebook (suggerimenti apparsi su molti quotidiani domenica 11 febbraio 2018)

Mamma dovrà pagare 10mila euro al figlio se pubblica sue foto su Facebook

Se avete bimbi piccoli e continuate a condividere le loro immagini su Facebook o Instagram, con leggerezza, fermatevi un attimo e pensate bene alle conseguenze del gesto. Anche legali. Il Tribunale di Roma ha stabilito che una mamma dovrà versare fino 10mila euro al figlio 16enne in caso continui postare “notizie, dati, immagini e video” relative al minore e non proceda subito alla rimozione di tutti questi contenuti.

Leggi l’articolo originale su euronews

Come nasce una notizia falsa: il tunnel ”troppo stretto” del metrò di Napoli

Come nasce una fake news? Si parla spesso di disinformazione pianificata a tavolino, ma esistono anche le notizie false che nascono per caso. O meglio, per una tempesta perfetta di fattori.

Leggi l’articolo originale su ZEUS News

Noi Robot

Festival della Tecnica e dell’Innovazione 2017

Palazzo del Ridotto, dal 18 novembre 2017 al 7 gennaio 2018

 

 

 

 

 

 

 

NOI ROBOT la mostra, curata dal MUFANT di Torino, – il primo museo italiano interamente dedicato all’immaginario del Fantastico Moderno-, racconta del meraviglioso viaggio compiuto da robot, androidi e cyborg, nel mondo della fantasia prima di diventare realtà: dalla letteratura al fumetto, dal cinema alla televisione, dal cartone animato al videogioco.
Un vasto e ricchissimo percorso presenta, fra rarità, curiosità e storia, centinaia di materiali – prime edizioni, libri illustrati ottocenteschi, toys vintage, modellini, manifesti cinematografici, vinili, fumetti, cartoline – i robot fantascientifici che hanno conquistato il nostro cuore.
Un percorso affascinante e per tutte le età che parte da Frankenstein e dall’immaginario fantascientifico ottocentesco per arrivare fino ai robot dei giorni nostri, le “star” dei film e dei fumetti. Da Robocop a Terminator, da C1P8 e D3BO ai Transformers e Iron Man, da HAL 9000 fino a Startrek.

Ma NOI ROBOT non è solo una mostra. (clicca per scoprirlo)

Sicurezza Informatica