ludus litterarius

Home » Posts tagged 'solidarieta'

Tag Archives: solidarieta

Sotto l’albero

Sotto l’albero metto un piccolo ‘’dono’’ per un bambino rifugiato. Un bambino che ha dovuto abbandonare tutto e che ha bisogno delle cose essenziali per sopravvivere come un tetto sulla testa, una coperta di lana o una stufa…
E voi, cosa mettete sotto l’albero?

AVVISO!

Faccio notare che dopo ben tre mesi non siamo ancora riusciti a concludere un bel niente in quanto aiuti con l’Unicef. Propongo di metterci finalmente daccordo se no gli aiuti li facciamo per il prossimo tsunami.

PROPOSTE:

1 Promuovere all’interno della nostra scuola una raccolta di fondi, finalizzata all’acquisto di una tenda di 24 mq per allestire una “scuola temporanea” nei campi di accoglienza e un kit scuola completo di materiali didattici per 80 alunni e un insegnante. Dovremo raccogliere minimo 470 €.

2 25 euro permettono all’UNICEF di fornire 357 bustine di sali reidratanti. Si tratta di una miscela di sali e zuccheri che, sciolta in acqua pura (o resa tale tramite bollitura), consente a un organismo, debilitato e disidratato a causa della dissenteria provocata dall’ingestione di acqua non potabile, di ricostituire il giusto livello di liquidi e di ripristinare le funzioni vitali.

3 100 euro permettono all’UNICEF di distribuire a 14 famiglie un kit per la potabilizzazione e il trasporto dell’acqua. Ogni kit fornisce 20 contenitori per l’acqua, 10 secchi, 50 barrette di sapone, 10 tavolette per purificare l’acqua (ogni tavoletta rende potabili 4-5 litri d’acqua), 10 disinfettanti per l’acqua.

4 Con 50 euro l’UNICEF può vaccinare contro il morbillo 70 bambini.

5 Con 195 euro l’UNICEF fornisce un kit sanitario per l’emergenza (farmaci e attrezzature mediche) per 1000 bambini(, sufficienti a fornire le cure di base per circa 3 mesi.

6 Con 40 euro l’UNICEF ha la possibilità di registrare otto bambini non accompagnati per favorire la loro identificazione e il ricongiungimanto familiare.

Decidete e "votate"

Dal sito dell’UNICEF 

Djfoca91 & Montdj91

Ludus litterarius non sta a guardare…

 Com’era prevedibile l’attenzione dei media si è spenta, ma in Asia c’è ancora molto da fare e le popolazioni hanno ancora bisogno di noi.
Ho riassunto i vostri suggerimenti e propongo una serie di cose che potremmo fare.
1. Promuovere all’interno della nostra scuola una raccolta di fondi, finalizzata all’acquisto di una tenda di 24 mq per allestire una “scuola temporanea” nei campi di accoglienza e un kit scuola completo di materiali didattici per 80 alunni e un insegnante. Dovremo raccogliere minimo 470 €. Potrebbe essere il nostro obiettivo?
2. Mantenere viva l’attenzione nei confronti delle difficoltà che i paesi colpiti dal maremoto stanno affrontando e dovranno affrontare. Mi piacerebbe che qualcuno di voi mettesse a disposizione il proprio blog per tutte le notizie riguardanti i paesi colpiti dal maremoto. Il sito dell’Unicef pubblica regolarmente comunicati stampa riguardanti questa emergenza umanitaria e li spedisce anche via e-mail. Poi tramite un bookmark (segnalibro) come quello che abbiamo per Le Scuole per la Pace, potremmo diffondere le notizie in tutti i blog che ruotano attorno a Ludus litterarius.
3. Organizzare una ricerca sul tema “Istruzione” che è una delle aree di intervento prioritarie per l’UNICEF poiché, come afferma Ted Chaiban, rappresentante UNICEF in Sri Lanka: “Riportare i bambini a scuola è forse la misura più efficace per affrontare l’enorme peso della catastrofe che ha radicalmente cambiato le loro vite”.
4. Tenere i contatti con gli altri blog, l’UNICEF e Tsunamihelp (ma temo abbia già concluso la sua attività).
5.  Esporre sui nostri blog il banner dell’UNICEF per le donazioni.

Ora dite la vostra….

Cosa siamo disposti a fare?

Suggerimenti di lettura

 Vi suggerisco di leggere i post: …e le scuole non stanno a guardare, Nota importante sul diritto d’autore con i relativi commenti

…e le scuole non stanno a guardare

 Vi invito ad esaminare le proposte dell”UNICEF nello Speciale per le scuole.
Penso che, se vogliamo, possiamo aiutare l’UNICEF anche in altri modi.
Ci proviamo?
Facciamoci venire delle belle idee

nessun titolo

APPELLO

Ricordo, per chi non l’avesse notato che la discussione in corso ora su ludus è  come fornire aiuti umanitari per i bambini colpiti dallo tsunami.

Commentiamo il post della prof, non creamone altri non inerenti con l’argomento trattato.GRAZIE

sissi91

Le vostre proposte per le donazioni

Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR)
Caritas
Emergenza maremoto in Asia – Unicef
Salviamo i bambini dell’Asia – UNICEF-Repubblica-Gruppo editoriale Espresso
Baby nel cuore
Azione aiuto
Save the Children
PeaceLink
TsunamiHelp
S.O.S web

Mi permetto di aggiungere l’iniziativa congiunta di Tuttoscuola e della Comunità di S. Egidio

PS. Se ho dimenticato qualche proposta, correggetemi nei commenti qui sotto

Emergenza maremoto in Asia

Il maremoto del 26 Dicembre che ha colpito Indonesia,Sri Lanka,IndiaThailandia e altri paesi che si affacciano sull’Oceano Indiano è la pù grave catastrofe umanitaria della storia recente. Per centinaia di migliaia di bambini che hanno perduto tutto, l’aiuto umanitario può fare la differenza tra vivere e morire!!!
L’UNICEF, stabilmente presente in tutti questi paesi con personale locale e internazionale, si stà adoperando con ogni risorsa disponibile per portare acqua potabile, cibo, medicine e beni di soccorso ai bambini sopravissuti e alle loro famiglie:
Di fronte a questo impegno senza precedenti, l’unicef ha bisogno di tutto il vostro sostegno per garantire la continuità degli aiuti.
. Con una donazione di 25€ possiamo distribuire 357 bustine di sali idratanti, la soluzione più efficace per combattere la dissenteria acuta causata dall’acqua non potabile;
. Con 50€ puoi consentire la vaccinazione contro il morbillo di 70 bambini: il morbillo è una malattia che, in situazioni di affollamento e scarsa igiene, può scatenare epidemie mortali nella popolazione infantile;
. Un’offerta di 100€ permette all’UNICEF di distribuire kit per la potabilizzazione e il trasporto dell’acqua per 14 famiglie;
. 250€ equivalgono al costo necessario per assicurare razioni di alimenti terapeutici ad alto contenuto proteico(BP-5) sufficienti a 100 bambini per una settimana;
. Una donazione di 590€ copre i costi per acquistare medicinali di base sufficienti a curare 3.000 bambini per circa 3 mesi.
Ogni contributo è prezioso, per aiutare i bambini vittime del maremoto!!!

Comitato Italiano
per l’UNICEF Onlus
Via Palestro,68
00185 Roma
Numero Verde 800-745000
www.unicef.it
donatori@unicef.it

Come aiutare con l’UNICEF

Ogni contributo è prezioso, per le bambine e i bambini vittime del maremoto. Ma altrettanto preziosa è l’attenzione che tutti noi dobbiamo continuare ad avere nei confronti delle grandi difficoltà che questi bambini sono destinati ad affrontare anche nel prossimo futuro. Soprattutto ora che l’attenzione dei media si affievolisce, c’è bisogno di tutta la nostra solidarietà e di un impegno che duri nel tempo.Donare per ricostruire Il modo più efficace di aiutare indistintamente tutti i bambini coinvolti dalla catastrofe, in questa fase di emergenza, è quello di sostenere l’UNICEF con una donazione in denaro. L’UNICEF acquista medicine e altri beni direttamente nei paesi colpiti, a un costo sensibilmente inferiore rispetto ai prezzi praticati in Occidente: donando all’UNICEF potete far arrivare ai bambini più aiuti che in qualsiasi altra maniera. La donazione (regolare o una tantum) può essere effettuata da una classe, da un gruppo di classi o da un’intera scuola. Per il vostro contributo, potete scegliere fra le seguenti modalità: conto corrente postale n. 745000 intestato a UNICEF Italia, causale “Emergenza maremoto” oppure conto corrente bancario n. 000000505010 presso Banca Popolare Etica, ABI 05018, CAB 12100, CIN “M”, intestato a: UNICEF Italia – via Palestro, 68 – 00185 Roma, causale “Emergenza maremoto” oppure versare una somma direttamente ai volontari del Comitato UNICEF della vostra città (trovi qui tutti gli indirizzi) L’entità e la frequenza della donazione dipende solo da voi. Potete decidere di versare periodicamente una piccola somma (es. 1 euro a testa al mese), oppure organizzare un evento di raccolta fondi e devolvere il ricavato all’UNICEF. Troverete altre informazioni sul sito: L’UNICEF e la scuola per i bambini dell’Asia Gioia

Proposte per gli aiuti…

  DOCUMENTIAMOCI

In relazione all’invito della prof di aiutare i paesi  e le persone colpite dal maremoto del 26 dicembre scorso con un’iniziativa da parte dei blogger di Luduslitterarius, mi sono attivato per cercare informazioni su come poter fare dei versamenti. Le associazioni che si occupano di aiuti umanitari sono tante e quindi nella rete ho cercato informazioni su quelle forse "più importanti" e conosciute. Innanzitutto vorrei segnalare l’opera della Caritas che in questo momento sta aiutando le popolazioni colpite e pensa già a mettere in atto un progetto di riabilitazione a lungo termine. In questo link ci sono tutte le informazioni per fare versamenti bancari o postali e come pensa la Caritas di attuare le iniziative. Aiuti umanitari della Caritas

Il sito dell’unicef inoltre propone molti modi per aiutare, anche on-line. Parla inoltre di come sono stati usati gli aiuti già ricevuti e fornisce diverse informazioni relative al maremoto del sud-est asiatico. Questo link propone un’esposizione generale della situazione e i vari collegamenti per fare donazioni per gli aiuti all’emergenza maremoto. Situazione paesi colpiti Qui invece ho voluto mostrarvi l’interessante e soprattuto semplice modalità per donare via Internet. Modulo per donazioni on-line

Purtroppo l’iniziativa di raccolta di Medici senza afrontiere è ormai chiusa. Comunque vi consiglio di visitare comunque il sito di questa organizzazione che spiega come abbiano aiutato i colpiti. Medici senza frontiere

Spero le mie proposte possano essere utili per poter aiutarci a dare un contributo con il blog a questa opera di solidarietà.

JJ.

Ho trsformato il post di J.J. in una rubrica di lavoro: cercate nel Web tutte le associazioni, organizzazioni e documentate i loro progetti di aiuto umanitario per le popolazioni colpite dallo Tsunami, solo così saremo in grado di fare la nostra scelta.

Il punteggio?

Vale doppio      joy