Preso dal giornale

Preso dal giornale “Repubblica” del 7/01/04

TRENTA MILIONI DI BAMBINI PREDE PER I TRAFFICANTI DEL MEDITERRANEO

Sfruttati, venduti, ridotti alla schiavitù: un summit di esperti a Genova fotografa il dramma dei minori. Il congresso internazionale “Children and the Mediterranean”,oltre a segnare la nascita dell’istituto mediterraneo dell’infanzia, presenta denuncia sulle condizioni sociali e di salute dei minori dei paesi affacciati sul Mare Nostrum.
Il traffico dei minori del mediterraneo, 400mila sono le ragazze provenienti dai paesi dell’Est, sono costrette a prostituirsi in Europa. 300mila sono albanesi, 7mila sono presenti in Italia.200 Euro è la cifra pagata dai trafficanti per l’acquisto di una donna di età inferiore ai 18anni.8mila sono i bambini che ogni anno interessano i paesi balcanici e l’Italia. 16milioni e mezzo di minori sono sfruttati in Africa,12milioni in Medio Oriente e nel Nord Africa, 5 milioni nel Est Europeo,140 mila in Italia, 4milioni avviati nel lavoro nero.
Sono 400mila, ogni anno le ragazzine che dai paesi dell’Est finiscono sulle strade. Il lavoro nero dei piccoli porta 60 dollari al giorno agli sfruttatori.
Ogni anno i bambini vittime del traffico di esseri umani sono 1milione e 200mila; 8milioni e mezzo ridotti in schiavitù,10milioni di Euro rende ogni anno il traffico di minori, 246milioni di adolescenti sono sfruttati nel mondo secondo l’organizzazione internazionale del lavoro. La vita dei bambini cioè del Medio Oriente e Nord africa è formata dai bambini sotto i 15 anni.20% della popolazione infantile vi è in Europa, il 14% in Italia, 77 per mille è la mortalità dei bambini inferiori ai 5 anni, 7 milioni di bambini malnutriti e 70 milioni di persone sono analfabete.ondo me si dovrebbe iniziare dai paesi più industrializzati ad aiutare i minori o i bambini sfruttati e sacrificati a traffici di esseri umani da persone senza cuore che pur di avere soldi li vendono. Quando invece si trovano in difficoltà o quando, a volte, sono soli ad affrontare la loro “vita”e “adolescenza “, possiamo comunque recuperare le loro vite dando a loro affetto e amore e aiutandoli ad uscire da questo tragico e brutale momento di traffici internazionali.

Salwa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.