Creato il computer che vede al buio

Elaborato programma che sfrutta metodo usato dai pipistrelli

(ANSA) – ROMA, 24 MAR – E’ stato realizzato, in Germania, un computer che vede al buio: un programma sfrutta il metodo utilizzato dai pipistrelli.Questi animali riconoscono gli oggetti emettendo pulsazioni alla frequenza degli ultrasuoni e decifrando gli echi che tornano indietro. I ricercatori hanno elaborato un algoritmo matematico che opera come il cervello dei pipistrelli e un database con migliaia di echi e hanno realizzato un computer che distingue con un colpo di sonar fra 5 diversi frutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.