ali_the_best

IL TELEFONO.

scopi:che cos’e il telefono chi lo ha inventato e la sua storia.

CHI HA INVENTATO IL TELEFONO?

L’ invenzione del telefono fu attribuita ad Antonio Meucci che nel 1871 dimostrò il funzionamento del suo apparecchio che chiamò ” telegrafo” chiamato poi in TELEFONO. Però si dice che viene inventato da persone diverse secondo la nazione in cui si trova: Innocenzo Manzetti o ANTONIO MEUCCI in Italia, Charles Bourseil in Francia, Graham Bell o Elisha Gray in America, Philippe Rays in Germania, David Hughess in Inghilterra e Poul Lcour in Danimarca. Le conoscenze elettriche di base necessarie alle sviluppo del telefono, che non sono differenti da quelle utilizzate per il telegrafo, erano già disponibili verso il 1831. Bisognava però concepire l’ idea di riprodurre la voce dei suoni tramite un segnale elettrico, cosa che fu enunciata da un francese nel 1854 . Nel 1861 il fisico tedesco realizza  un microfono, che però realizzò al meglio un americano.

 

200px-il_telefono_bigrigio

200px-il_telefono_sirio

fonti:wikipedia e enciclopedia dei ragazzi e google immagini.

Alice e Giorgia

Finalmente il Piccolo Baby Bezzi, è Nato!!!

Auguri Prof!!!49nk4

Ora è tutto suo!! =)

Cara Ragazzina.

Cosa ti salta in testa di dare dell’ebete alla M******E   da parte mia con il mio contatto!

Lo Pensi? Glielo vuoi dire? E Allora diglielo in faccia nn con il mio contatto! Te Capi?????

P.S = A ki è riferito mi auguro che lo abbia capito.

Ciao..

3° deposito…

Come avevamo già detto io e la mia compagna di ricerca  faremo il codice stradale del ciclista.

Una domanda sarà: CHE COS’è IL CODICE STRADALE DEL CICLISTA?

si è un po banale..pero.. nn penso che tutti lo sappiano.

Per quanto riguarda la bibbliografia utilizzeremo e stiamo utilizzando  wikipedia.

Un Bacio..

Ciaooooo….

Ricerca il codice stradale del pedone

Situazione da studiare: il codice stradale del del pedone.

Scopo della ricerca:

  • Sapere che cosa è il codice stradale del pedone e conoscere alcuni articoli che dobbiamo rispettare quando giriamo per la strada.

di Alice P. e Giorgia S.

Pedone (codice della strada)
Anche il pedone, al pari dei veicoli, deve mantenere dei comportamenti corretti nel momento che si trova a far parte con i mezzi di trasporto dell’insieme circolante sulla strada.A chi cammina sono stati dedicati, soprattutto nelle città, itinerari specifici esclusivi e protetti, comprendenti marciapiedi, sottopassi e sovrappassi, ma in diverse condizioni si trova a dover interagire con tutta la massa degli altri veicoli circolanti. Per chiarire le giuste regole di comportamento che in questi casi il pedone deve tenere sono stati approntati due articoli specifici nel nostro codice della strada, sia per i “diritti” che per i “doveri”. L’evoluzione del rapporto tra pedoni e veicoli, nel tentativo di aumentare sempre più la sicurezza stradale, è stata scandita dapprima dall’invenzione delle strisce pedonali visibili a lunga distanza e preannunciate da apposita segnaletica verticale; in un secondo tempo si è avuta l’introduzione di appositi semafori pedonali nelle aree di maggior traffico o di maggior grado di pericolosità e negli ultimi tempi si assiste all’introduzione di un nuovo tipo di strisce pedonali, sempre di colore bianco, inserite in un’area rossa e spesso leggermente sopraelevate rispetto alla sede stradale onde indurre i veicoli motorizzati ad un rallentamento.

Art. 190 – Comportamento dei pedoni

1. I pedoni devono circolare sui marciapiedi, sulle banchine, sui viali e sugli altri spazi per essi predisposti; qualora questi manchino, siano ingombri, interrotti o insufficienti, devono circolare sul margine della carreggiata opposto al senso di marcia dei veicoli in modo da causare il minimo intralcio possibile alla circolazione. Fuori dei centri abitati i pedoni hanno l’obbligo di circolare in senso opposto a quello di marcia dei veicoli sulle carreggiate a due sensi di marcia e sul margine destro rispetto alla direzione di marcia dei veicoli quando si tratti di carreggiata a senso unico di circolazione. Da mezz’ora dopo il tramonto del sole a mezz’ora prima del suo sorgere, ai pedoni che circolano sulla carreggiata di strade esterne ai centri abitati, prive di illuminazione pubblica, è fatto obbligo di marciare su unica fila.

1. I pedoni, per attraversare la carreggiata, devono servirsi degli attraversamenti pedonali, dei sottopassaggi e dei sovrapassaggi. Quando questi non esistono, o distano più di duecento metri dal punto di attraversamento, i pedoni possono attraversare la carreggiata solo in senso perpendicolare, con l’attenzione necessaria ad evitare situazioni di pericolo per sé o per altri.

1. È vietato ai pedoni attraversare diagonalmente le intersezioni; è inoltre vietato attraversare le piazze e i larghi al di fuori degli attraversamenti pedonali, qualora esistano, anche se sono a distanza superiore a quella indicata nel comma 2.

1. È vietato ai pedoni sostare o indugiare sulla carreggiata, salvo i casi di necessità; è, altresì, vietato, sostando in gruppo sui marciapiedi, sulle banchine o presso gli attraversamenti pedonali, causare intralcio al transito normale degli altri pedoni.

1. I pedoni che si accingono ad attraversare la carreggiata in zona sprovvista di attraversamenti pedonali devono dare la precedenza ai conducenti.

1. È vietato ai pedoni effettuare l’attraversamento stradale passando anteriormente agli autobus, filoveicoli e tram in sosta alle fermate.

1. Le macchine per uso di bambini o di persone invalide, anche se asservite da motore, con le limitazioni di cui all’articolo 46, possono circolare sulle parti della strada riservate ai pedoni.

1. La circolazione mediante tavole, pattini od altri acceleratori di andatura è vietata sulla carreggiata delle strade.

1. È vietato effettuare sulle carreggiate giochi, allenamenti e manifestazioni sportive non autorizzate. Sugli spazi riservati ai pedoni è vietato usare tavole, pattini od altri acceleratori di andatura che possano creare situazioni di pericolo per gli altri utenti.

1. Chiunque viola le disposizioni del presente articolo è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 19,95 a euro 81,90.

Bibliografia: da Wikipedia, l’enciclopedia libera.
http://it.wikipedia.org/wiki/Pedone_(codice_della_strada)

novita!

Novità! sn riuscita a chattare cn ki mi aveva preso la password e a dtt ke a 28 anni è di palermo e è un haker! Mi a ridato la password xo potrebbe comunque entrare ankora…quindi state all’erta!

Mannaggia!

Non So ki sia stato! ma qualkuno mi a preso la password di msn e è antrato e mi ha modifikato tutto il mio blog! O cambiato la password varie volta ma è arrivato anke a cambiarmi la domanda segreta e non o potuto fare altro ke cambiare contatto!

Help Me!

Ali_the_best