Videogiochi

Ma perchè le sorelline non nascono già grandi???!

chiunque abbia una sorella o un fratello più piccolo può perfettamente capire questo articolo…

io ho una sorella di 6 anni che non mi ascolta mai e come se non bastasse non posso nemmeno picchiarla per farglielo capire visto che i mie genitori dopo mi fustigano. L’ altra settimana ha combinato un bel guaio: ha bruciato i miei giochi per il ds! non avevo ancora capito come avesse fatto (e neanche perchè visto che lei ha i suoi giochi e io i miei) ma dopo qualche indagine ho scoperto che

1) giocava col mio ds mentre ero a scuola

2)leccava e sputava sopra ai miei giochi

quindi ora tutto il lavoro che ho fatto è andato perduto!!!Ma nn è fnita qui! i miei genitori non mi hanno permesso di sgridarla o di picchiarla! le hanno solo detto :<<Non si fa!>> e io “come!! lei combina sto disastro e voi le dite solo <<non si fa!!!!???>> ma dove siamo….”

a persto disperata ally

p.s ds vuol dire nintendo ds

Ricerca: Videogiochi

Prof. scusi per il ritardo… cmq la 3° ricerca io e carlo la faremo spiegando le caratteristiche di ogni console e anche sui produttori e consumatori di videogiochi… come obbiettivi ci poniamo di conoscere le caratteristiche delle console… e di conoscere i produttori ed i consumatori di videogiochi… ciao…

Torino 2006

Per chi ama lo sport e i videogiochi ecco l’articolo che fa per voi:

"

Torino 2006 sulle console

Le Olimpiadi in punta di joypad

 

Le Olimpiadi sono alle porte. Finalmente si terranno in Italia e dopo l’attesa durata anni, Torino è pronta ad accogliere la versione invernale dell’evento sportivo più importante del mondo. Per chi non potesse andare nel capoluogo piemontose o non si accontenti delle immagini televisive, ecco che ancora una volta arrivano in soccorso i videogiochi. Con Torino 2006, infatti, sarà possibile vivere in prima persona le emozioni delle gare, sfidando amici o computer nelle diverse discipline.Torino 2006 è una simulazione Arcade completamente in 3D degli sport invernali più popolari. Il gioco è destinato ai numerosi fan dei Giochi Olimpici ed anche ai giocatori occasionali interessati a sport invernali. Grazie a controlli semplici ed intuitivi, Torino 2006, elimina ogni barriera d’ingresso all’utente finale. Chiunque, infatti, dopo pochi minuti sarà in grado di padroneggiare il sistema di controllo, per un esperienza di gioco immediata e divertente. Il giocatore rimane al centro di ogni azione e tutto il mondo ruota intorno alle sue prestazioni: telecamere, commenti e incoraggiamenti del pubblico. L’ambiente di gioco è dettagliato e mostra dei panorami mozzafiato che ricalcano fedelmente quelli orginali. Il sistema multiplayer può gestire fino a quattro giocatori incrementando ancora di più il divertimento videoludico.Il videogioco di Torino 2006 è stato fatto provare anche ad alcuni degli atleti della spedizione azzurra. Tra gli altri, il più entusiasta è stato Fabio Carta, n.1 dello short track che si è divertito come un matto. Solo che la sua disciplina preferita non è stata lo short track, ma il salto in lungo. Hanno provato il gioco anche Simone Bertazzo (Bob) e Michela Ponza (Biathlon)."

TORINO 2006
Piattaforma: Playstation 2, Xbox
Genere: sportivo multievento
Prezzo: dai 49 euro in su

Io l’ho provato e chi garantisco che è fatto molto bene.

Astro Boy, il robot bambino

Era atteso da tempo e, appena pubblicato, ha raccolto critiche entusiastiche. Un successo non scontato, quando si decide di rendere protagonista di un videogioco un’icona venerata come Astro Boy, il robot bambino creato da Osamu Tezuka, il padre di tutti i manga.

Chi ha amato il robottino sulle pagine dei fumetti, potrà ora indossare in prima persona i panni e i di Astro Boy, protagonista dell’omonimo gioco per console. Scopo dell’avventura è esplorare la cybercittà di Metro City alla ricerca, e non poteva essere altrimenti, dei valori perduti di giustizia e pace. Con i suoi superpoteri (corpo meccanico, propulsori nelle gambe, laser nelle braccia, super vista) Astro Boy protegge gli umani minacciati dalle forze del male. I creatori del gioco hanno pensato anche a chi non ha mai letto i fumetti di Astro Boy: durante i dieci livelli del gioco, si potranno raccogliere 46 carte per conoscere tutto quanto c’è da sapere sull’universo del fumetto. Compiendo alcune mini missioni, inoltre, si potranno sbloccare filmati inediti della serie animata ispirata ad  Astro Boy. L’ideale, insomma, per vecchi fan e nuovi adepti.

 

Informazioni sul robot dei fumetti le potete trovare su questo sito.

ciao a tutti mela