Giugi

Giugi

La  locomotiva a vapore venne inventata nel 1800 in Inghilterra da James Watt un operaio che lavorava in miniera e un gi0rno applicò la forza del vapore ai carelli  che si usavano  per trasportare i materiali, creando così la prima locomotiva a vapore della storia, per sostituire il cavallo. La locomotiva serviva per trasportare persone o merci sulla ferrovia però era anche abbastanza robusta per trasportare altri veicoli.Nel corso degli anni la locomotiva venne migliorata, vennero levate le cose che non erano necessarie e aggiunte cose per farla funzionare meglio, tante persone si impiegarono in questa impresa e nonostante venissero da varie zone dell’ Europa collaborarono negli anni per creare la degna antenata dei nostri attuali treni.Sotto una rappresentazione della locomotiva a vapore in una foto d’ epoca.

Giugi

Buon Natale e buone feste.                                                                                                           Ci rivediamo il 7 gennaio 2013!!!!!!!!!!!

    

Giugi

L’ idrogeno è un gas incolore, inodore e altamente infiammabile.                                  E’ presente nell’ acqua, nei composti organici e negli organismi viventi.                             E’ l’elemento più leggero e abbondante di tuttto l’universo osservabile.                 In condizioni normali di pressione e temperatura l’idrogeno forma un gas biatomico H2.                                                                                                                                     Sottoposte a pressioni eccezionalmente alte, come quelle che si trovano al centro dei giganti gassosi (esempio: Giove) le molecole perdono la loro identità e l’idrogeno diventa metallo liquido ( idrogeno metallico).                                   Uno dei primi usi che si fece dell’idrogeno gassoso fu come gas di riempimento per aereostato e successivamente per altri tipi di aereonavi.                                                                                           Le caratteristiche di solubilità e adsorbimento dell’idrogeno con vari metalli sono molto importanti nella metallurgia (alcuni metalli possono essere indeboliti dall’idrogeno) e nello sviluppo di forme sicure di immagazzinamento per un utilizzo come combustibile. L’idrogeno è altamente solubile in molti composti formati da lantanoidi e metalli del blocco e può sciogliersi nei metalli cristallini ed in quelli amorfi. La solubilità dell’idrogeno nei metalli è influenzata dalle distorsioni locali e dalle impurezze del reticolo cristallino del metallo.                                                                                                                                                                          In particolare questo elemento è usato nella produzione di ammoniaca, nell’idrogenazione degli oli vegetali, in aeronautica (in passato nei dirigibili), come combustibile alternativo e, di recente, come riserva di energia nelle pile a combustibile.                                                                                                                               Le stelle sono principalmente composte di idrogeno nello stato di plasma di cui rappresenta il combustibile delle reazioni termonucleari, mentre sulla Terra è scarsamente presente allo stato libero e molecolare e deve quindi essere prodotto per i suoi vari usi.

Giulia

Ciao mi chiamo Giugi la mia passione sono i film polizieschi, in particolare R.I.S. di cui adesso vi parlerò in breve.

Il R.I.S. è un gruppo di carabinieri che con riscontri scientifici riescono ad arrestare i criminali, il loro lavoro è pericoloso si mettono contro persone malintenzionate ma riusciranno a cavarsela sempre grazie al fatto che sono una squadra unita, nel bene e nel male, farebbero di tutto per aiutare un loro collega in difficoltà.